.
.
.
.
.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano.

Translate

22 luglio 2011

— • • • — — • • •RICORDATI IL POTERE ABUSA DI TE: LA QUALITA' DELLA VITA NELLE CARCERI E' DIRETTAMENTE PROPORZIONALE ALLA QUALITA DELLA VITA FUORI DALLE GALERE. RIFLETTI! comunicato stampa della UIL PA Penitenziari: "Alle ore 24.00 di ieri (13 luglio, ndr) negli istituti penitenziari italiani (circuito per adulti) erano ristretti 66.929 detenuti (64.081 uomini e 2.848 donne) a fronte di una disponibilità reale di posti detentivi pari a 43.879. Un surplus di 23.050 detenuti in più rispetto alla massima capienza, che determina un indice medio nazionale di affollamento pari al 52, 5 %. In dieci regioni italiane il tasso di affollamento varia dal 15 al 50%. In nove dal 51 all' 80%. Unica regione che non presenta una situazione di sovraffollamento è il Trentino Alto Adige (ma il dato è inquinato per il sottoutilizzo del nuovo carcere di Trento). Capofila, per sovraffollamento, la Puglia (79,4 %), seguita da Marche (71,8%), Calabria (70,6%), Emilia Romagna (69,7%) e Veneto (68,0%). L'istituto con il più alto tasso di affollamento si conferma Lamezia Terme (186,7%), seguito da Busto Arsizio (152,17%), Brescia Canton Mombello (146,6 %), Varese (145,3%) e Mistretta (143,8%). Il 50% (102) delle strutture penitenziaria presenta un affollamento dal 50 all'80%; il 35% (72) un affollamento dal 2 al 49%. ----- Dal 1 gennaio al 30 giugno del 2011 si sono verificati 34 suicidi in cella. Nello stesso arco temporale in 135 istituti (il 66% sulle 204 strutture attive) sono stati tentati 532 suicidi, dei quali oltre duecento sventati in extremis dal personale di polizia penitenziaria. . Il maggior numero di tentati suicidi si è verificato a Cagliari (28) seguono Firenze Sollicciano (25), Teramo (19, Roma Rebibbia, San Gimignano, e Lecce (18). In 160 istituti (78% di quelli in attività) si sono verificati 2583 episodi di autolesionismo grave . Il triste primato spetta a Bologna (112), a seguire Firenze Sollicciano (106), Lecce (93), Genova Marassi (77) e Teramo (66). Ad aggravare il quadro complessivo concorrono i 153 episodi di aggressioni in danno di poliziotti penitenziari, che contano 211 unità ferite (con prognosi oltre i cinque giorni) . All'OPG di Aversa il maggior numero di aggressioni ai baschi blu ( 9) seguito dall' OPG di Napoli e Genova Marassi (7) , Como e Catanzaro (6). Sempre dal 1 gennaio al 30 giugno 2011 in 175 istituti ( l' 80%) si sono verificati 3392 proteste individuali (scioperi della fame, rifiuto del vitto, rifiuto terapia). Proteste collettive ( battiture, rifiuti del carrello, ecc.) ci sono state in 126 istituti (62%). Questi numeri, coniugati all'imminente esaurimento dei fondi per l'ordinaria amministrazione, testimoniano e certificano l'imminente implosione dell'intero sistema penitenziario". Clicca qui per leggere i dati ogni singolo istituto:http://www.polpenuil.it/attachments/3579_DATI%20GENERALI-30giu_10Lug11.pdf -

— •    •   • — —   • • •RICORDATI IL POTERE ABUSA DI TE: LA QUALITA' DELLA VITA NELLE CARCERI E' DIRETTAMENTE PROPORZIONALE ALLA QUALITA DELLA VITA FUORI DALLE GALERE. RIFLETTI! comunicato stampa della UIL PA Penitenziari: "Alle ore 24.00 di ieri (13 luglio, ndr) negli istituti penitenziari italiani (circuito per adulti) erano ristretti 66.929 detenuti (64.081 uomini e 2.848 donne) a fronte di
una disponibilità reale di posti detentivi pari a 43.879. Un surplus di
23.050 detenuti in più rispetto alla massima capienza, che determina un
indice medio nazionale di affollamento pari al 52, 5 %. In dieci regioni
italiane il tasso di affollamento varia dal 15 al 50%. In nove dal 51 all'
80%. Unica regione che non presenta una situazione di sovraffollamento è il
Trentino Alto Adige (ma il dato è inquinato per il sottoutilizzo del nuovo
carcere di Trento). Capofila, per sovraffollamento, la Puglia (79,4 %),
seguita da Marche (71,8%), Calabria (70,6%), Emilia Romagna (69,7%) e Veneto
(68,0%). L'istituto con il più alto tasso di affollamento si conferma
Lamezia Terme (186,7%), seguito da Busto Arsizio (152,17%), Brescia Canton
Mombello (146,6 %), Varese (145,3%) e Mistretta (143,8%). Il 50% (102) delle
strutture penitenziaria presenta un affollamento dal 50 all'80%; il 35% (72)
un affollamento dal 2 al 49%. ----- Dal 1 gennaio al 30 giugno del 2011 si sono verificati 34 suicidi in cella. Nello stesso arco temporale in 135 istituti (il 66% sulle 204 strutture
attive) sono stati tentati 532 suicidi, dei quali oltre duecento sventati in
extremis dal personale di polizia penitenziaria. . Il maggior numero di
tentati suicidi si è verificato a Cagliari (28) seguono Firenze Sollicciano
(25), Teramo (19, Roma Rebibbia, San Gimignano, e Lecce (18). In 160
istituti (78% di quelli in attività) si sono verificati 2583 episodi di
autolesionismo grave . Il triste primato spetta a Bologna (112), a seguire
Firenze Sollicciano (106), Lecce (93), Genova Marassi (77) e Teramo (66). Ad
aggravare il quadro complessivo concorrono i 153 episodi di aggressioni in
danno di poliziotti penitenziari, che contano 211 unità ferite (con prognosi
oltre i cinque giorni) . All'OPG di Aversa il maggior numero di aggressioni
ai baschi blu ( 9) seguito dall' OPG di Napoli e Genova Marassi (7) , Como e
Catanzaro (6). Sempre dal 1 gennaio al 30 giugno 2011 in 175 istituti ( l'
80%) si sono verificati 3392 proteste individuali (scioperi della fame,
rifiuto del vitto, rifiuto terapia). Proteste collettive ( battiture,
rifiuti del carrello, ecc.) ci sono state in 126 istituti (62%). Questi
numeri, coniugati all'imminente esaurimento dei fondi per l'ordinaria
amministrazione, testimoniano e certificano l'imminente implosione dell'intero
sistema penitenziario". Clicca qui per leggere i dati ogni singolo istituto:http://www.polpenuil.it/attachments/3579_DATI%20GENERALI-30giu_10Lug11.pdf -