.
.
.
.
.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano.

Translate

1 ottobre 2014

Hong Kong = Controrivolta dei Boxer? e in Italia è la festa del colonialismo!

Come tacere ancora? Pugno di ferro dei media Italiani verso la Cina?

Impossibile non vedere come la Rai e altri media stiano  trattando la questione dei giovani di Hong Kong. 

Se si fa un parallelo con le manifestazioni avvenute in Spagna negli scorsi anni si può vedere come la mentalità coloniale non sia scomparsa, anzi imperi ancora con strafottenza e violenza. Certo due poteri assoluti distinti,  ma la storia?

L’incapacità di comunicare di trasmettere in modo obiettivo indipendente li quesiti internazionali fa ricordare quanto la mentalità colonialista sia ancora presente e finga di non ricordarsi di quanto ha già provocato, risorgendo ogni volta dalle proprie ceneri.
Ben certi che la Democrazia  sia notevolmente superiore e libera, confronto  alla nostra  italica democrazia che ha solo giovani assenti e disillusi, senza motivazione politica , potevamo pensare  che il Capitalismo colonialista fesse finito, invece stiamo assistend
o alla sua violenza attraverso il potere assoluto della comunicazione ambigua e subdolamente manipolatrice.
Ci domandiamo come un paese come l’Italia, nel quale non vi sono più governi eletti attraverso  delle elezioni, come si possa discutere sulla democrazia e sul sistema elettorale altrui. Incredibile ma vero!

Cerchiamo di ricordare che già il Partito Socialdemocratico Tedesco  nel giugno del 1900 nel discorso sulla Cina per " con un pugno di ferro combattere “  nel suo editoriale scrisse:

“Non vi è dubbio che l'epidemia del Movimento popolare cinese, è stato annunciata un paio di anni fa, causato dalla politica del  'pugno di ferro verso la  Cina.”

Eppure oggi in Italia, mentre governa un partito che dice di rifarsi alla filosofia Socialista, si applica un pugno di ferro nella comunicazione. 
Perché questo pugno di ferro mediatico contro la Cina?
Perché questa è la speranza di una contro rivoluzione dei Boxer. In effetti per  alcune lobby sarebbe un manna, come già la contestazione riscuote  favorevoli interpretazioni o silenzi da parte di vescovi e religiosi in cerca di rivendicazioni sulla passata rivolta dei Boxer ,  sempre il predicare bene e razzolare male. Una contestazione fomentata dai media stranieri che dando ampio eco e sovra strutturando la manifestazione hanno già creato quell'esaltazione di potere che rappresenta solo il'0,000003% dei tutta la popolazione Cinese! Quanto mai da noi una percentuale così bassa ha avuto udienza sui media?
Pertanto prepariamoci che se continueremo a fomentare indirettamente la “protesta” la Cina potrebbe alzare il pugno di ferro verso noi.
Ormai non possiamo più meravigliarci di nulla visto che ancora oggi chi ci governa è la diretta discendenza di coloro che ci hanno portato alla quasi distruzione della nostra terra e per loro tanto peggio è il tanto meglio!
Nel 65 ° anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese le formuliamo i nostri auguri presidente Xi Jinping e  tramite Lei a tutti i Cinesi che hanno dato al mondo un grande esempio e maggiore fiducia nel percorso del socialismo con caratteristiche cinesi, così come nella teoria e sistema per quanto riguarda il percorso, esempio e accrescimento culturale nel mondo.
Purtroppo ancora l’umanità combatte per piccole cose e interessi personali distanti dall’interesse comune.
la direzione del il Caffè