.
.
.
.
.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano.

Translate

22 marzo 2015

La libertà di parola è l’anticorpo che neutralizza i corpi estranei alla Democrazia.!. La questione Erri De Luca - Scrittore.

Lo scrittore in tribunale per «istigazione a delinquere»

La questione Erri De Luca - Scrittore.La libertà di parola è l’anticorpo che neutralizza i corpi estranei alla Democrazia.
Una vicenda squallida di fine o inizio “impero” anche per le possibili variabili comunicative, che ci riporta direttamente, ed è il caso di dirlo,  con un treno ad alta velocità ” TAV” nel buio della nostra storia, quello del Fascismo dove gli Editori “critici” venivano mandati al confino o invitati con modi spicci a degustare il famoso “ Olio”, o soggiornare in carcere . Oggi ci sono altri metodi più gentili,  sovvenzioni, corruzione, la contrapposizione coinvolgente controllata,  ecc.,  per assicurare  al Potere il consenso.

Ed ecco da chi arriva l'accusa: Lupi, "dobbiamo isolare i delinquenti"...




Ma la Libertà di espressione, ormai così difficile da controllare sul Web, resta una questione estremamente sensibile e controversa. 
Oltre alla frase incriminata “La TAV va sabotata” vi sono i timori di possibili “Istigazioni a delinquere” che spaziano dai conflitti in corso alla tutela del Potere stesso.
La nostra opinione, come quella degli antifascisti condannati nella nostra storia, è che la Libertà di espressione può far paura solo dove un potere manca di Democrazia nei confronti del popolo.
La libertà di parola di espressione sono gli anticorpi che neutralizzano i corpi estranei alla Democrazia.
La scusa di voler imporre il silenzio con la forza  dimostra la stessa debolezza e insicurezza del potere mancante di trasparenza, coinvolto in corruzioni e privilegi a discapito del Popolo.
Logicamente ci si può porre per analogia, la questione inerente alla propaganda del terrorismo internazionale, perché questa è la discussione, nel non dover fare due pesi e due misure.
La nostra opinione è che il contrasto deve avvenire allo stesso livello, se spontaneo deve risultare al corrispettivo spontaneo, se finanziato deve risultare contrapposto tecnicamente, altrimenti vi è dominanza Poliarchica, questo anche nel caso sia lo stesso Potere giustificato dalla "Ragion di Stato" ad organizzare la contro protesta al fine di controllare o contenere i dissensi e averne il controllo.
Un esempio legato alla questione terrorismo è la reazione che ha avuto Anonymous nelle ultime vicende.
Come dimenticare che una colpa delle stragi  Nazzi/Fascite fu proprio il silenzio imposto attraverso tribunali e con la forza?..

 “ Gli autori non vanno perseguiti per i loro testi”.  Anche l'amico Hollande aderisce all'appello lanciato da politici e intellettuali, un appello universale che dovrebbe far riflettere tutti.

Decisamente non condividiamo l'opinione del De luca, anzi riteniamo assolutamente errato che "uno" non esprima la Sua posizione ma voglia rappresentare la posizione di altri, e ci riferiamo  per quanto ha scritto in  “Il contrario di uno, Feltrinelli, Milano, 2003" : - Una verità può essere colta da un passante, un estraneo può trasmetterla più fedelmente di chi la conosce e la patisce- . Non ci permettiamo, ma seguendo sempre il pensiero del De Luca si potrebbe definire questa interpretazione come quella di un uomo privo di pudore, navigato, sfacciato o in Napoletano anche"omme sfaccimm" un uomo privo di etica,
Riteniamo che chi patisce conosce il suo dolore e colui che non soffre non saprà mai quale è il dolore dell'altro, al massimo potrà immaginarselo e omogenizzarne il senso.
La posizione di voler essere l'opinione, il dolore altrui, è una prerogativa della stesse dittature le quali sotto questa giustificazione decidono per altri per loro conto o ragione. Ogni individuo dovrebbe avere l'opportunità di potersi difendere e comunicare il proprio dolore senza che alcun altro lo esponga a sua vece. Oltre a ciò la posizione esposta nella verità del De Luca rallenta una evoluzione intellettuale generalizzata, inducendo alla passività tipica di un periodo dominato dai grandi media e non da internet. Insomma è una tecnica di comunicazione per costruirsi un altro gregge.

Ad maiora!