.
.
.
.
.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano.

Translate

19 febbraio 2014

San Remo una vecchia corazzata che non funziona più!. Quale tristezza!

Lontani sono i tempi dalla Cigliola o di Caterina Caselli  o di Modugno, dove vendita della nostra musica all'estero rimpinguava lautamente le casse dello Stato Italiano.
Oggi San Remo è una vecchia corazzata superata, finita, terminata. Eppure  la RAI con i soldi della gente, sfruttata e obbligata, tramite quella ignominia del canone RAI,  sostiene e prolunga la sua navigazione in un mare chiuso su se stesso, quasi inutile anche agli stessi artisti obbligati con target non pensanti, obsoleti e vuoti.
Ormai ben lontana dalla realtà di un sistema che si evolve, San Remo è diventata la rappresentazione della decadenza Italiana, presentato da personaggi  anch'essi decadenti che dovrebbero comprendere il perché del loro “successo” in questa specie di girone chiuso  e da soli e comprendere quale squallida realtà di potere rappresentano.
San Remo tanto anni fa è stato ideato da un gruppo d’imprenditori intraprendenti che lo pensarono come mezzo di supporto al business in quei tempo già costretto in maglie pubblicitarie condizionate dal potere politico, oggi non rappresenta che il potere politico della RAI.
La Rai ha imperato su questa manifestazione merito al monopolio delle trasmissioni, il popolo Italiano ha avuto  la sola scelta di “mangiare questa minestra o saltare dalla finestra” con  l’obbligata accettazione, ora  questo è finito e la gente libera se ne è andata e sempre quelli che restano sono le vittime della RAI.


 In questo lungo periodo, che poteva essere culturalmente evolutivo, la cecità di una classe dirigente non è stata capace di educare la gente alla comprensione della musica, al suo piacere e all'aiuto che può dare nel miglioramento della qualità della vita, ma è stata capace solo dello sfruttamento delle tempeste ormonali dei giovani culturalmente limitati bloccando anche il business nazionale e internazionale!