.
.
.
.
.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano.

Translate

11 aprile 2014

legge sul voto di scambio politico-mafioso una leva economicopolitica internazionale e non solo!

La legge sul voto di scambio politico-mafioso,  pur ricevendo l'ok del Procuratore Nazionale Antimafia, poteva e doveva essere più stringente. Un compromesso che piace a PD, NCD, Forza Italia ma non ai Cinque Stelle (nelle favola del buono e del cattivo). Dopo l'ennesima modifica alla Camera, un testo ora al Senato per l'approvazione definitiva con la così detta ghigliottina "perché ci sono le Europee" e bisogna fare in fretta.
Nei fatti c’è odore di  poco chiaro anche perché ultimamente anche se non direttamente molti giornali stranieri iniziano a levare sospetti sul sistema Italia.
Indagini fatte in Nord Europa  per esempio indicano  Cosa Nostra siciliana  seriamente impegnata nel settore delle costruzioni, la Camorra in Germania preferisce il commercio di prodotti falsificati di marca che sono completi di schede di garanzia o garanzie di autenticità,  prodotti in fabbriche a Napoli e poi venduti  in Germania e Nord Europa. Il guadagno risultante viene dato al capo clan regionale della Camorra, detratto da una percentuale per i mafiosi del luogo. Queste organizzazioni nuovo miliardi di euro. Secondo i calcoli dell'istituto di ricerca italiano Demoscopea, la 'ndrangheta calabrese - che si è specializzata nel traffico di droga - incassa 53000000000 € all'anno. Inoltre quale esempio In Germania, il 'clan ndrangheta si occupa anche di cibi gourmet italiani. Coinvolgendo settori come  l'olio di oliva,  prosciutto, ecc.  per essere presenti anche in altri settori  che operano nel settore delle costruzioni. The Farmers Associazione Italiana stima le perdite annuali risultanti a diversi miliardi di euro. Questi tipi di truffe spesso vanno di pari passo con le imprese legali.  Secondo il BKA, almeno 300 pizzerie in Germania sono controllate dalla mafia italiana particolarmente adatte per operazioni di riciclaggio. 
In effetti che Mafia e altri,  fossero parte stabile in Italia è tesi ormai sostenuta da molti, ma  questa volta il passo pare troppo per altri paesi europei extra europei come l’Australia o anche la Colombia fortemente stressate da queste presenze Italiane. Certamente non parre nemmeno più  credibile il bipolarismo Governo/Grillo che sembrano per tanti la farsa dei buoni e del cattivi.
Cosa dire dopo anni e anni in cui la mafia aveva perso potere, come in Olanda per lo smercio delle droghe, vedendosi superata da quella giapponese, poi cinese, americana e russa,  alla fine la mafia made in Italy pare riprendere il posto nella storia riconquistando le posizioni perdute, anche e forse per merito di una legge di scambio fortemente voluta. Purtroppo per coloro che hanno pensato sempre ad un sistema trasparente e  corretto già dai banchi parlamentari si sentono i “nostri rappresentanti”  declamare la fatidica frase “ Questa legge e trasparente quanto possibile” come se il possibile potessero deciderlo loro e basta senza che i cittadini possano dire la loro e esprimere il loro parere sulla trasparenza.
La Democrazia se è già  andata, lo schema occidentale sta subendo una grave sconfitta dovuta all’aver dichiarato e promosso questioni come la necessaria libera concorrenza di mercato, mentre invece sosteneva listini guidati e raccomandazioni in clientelismi religioso politici.  Un sistema occidentale che ha e fa vedere alle persone stili di vita superiori al possibile al fine di indirizzarne la corsa verso l’impossibile benessere, con il risultato che all’est la gente della ex unione Sovietica richiede i passaporti Russi,  mentre qui ci domandiamo se oltre l’illusoria speranza ci potrà essere anche un concretizzarsi delle promesse.
Questo va considerato poiché il modello sovietico è già stato cambiato mentre qui si prosegue solo per mantenere i privilegi dei pochi sui molti. 
Inutile dire che siamo già in guerra e che quanto successo in Ucraina non è che una riconferma di sistemi che per sopravvivere devono espandersi. Nei fatti la torta del mondo è una e distribuita a casaccio  e se alcuni voglio una fetta più grande le cose vanno ...