.
.
.
.
.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano.

Translate

14 settembre 2011

-----------------------------------COMUNICATO INFORMATIVO DEL PES ITALIA - SULLE RICHIESTE DI DIMISSIONI DAEL PREMIER BRELUSCONI:Nel succedersi dei momenti di tensioni sia nazionali che internazionali, le ultime influenze nella comunicazione media, sembrano guidare l'opinione pubblica verso la richiesta dismissioni del Governo in relazione alla non affidabilità e alla condotta spregiudicata del premier Berlusconi. La nostra opinione è che malgrado non si condivida la strategia individuale di esposizione Berlusconiana questa può essere solo causa di richiesta di dimissioni in altro momento. La richiesta di dimissione deve essere motivata, non può e non deve, cumulare le due o più situazioni; questo fornirebbe confusione e ancor più sfiducia, producendo un solco profondo. Influenzando psicologicamente, sembrerebbe la volontà d’imporre una nuova metodologia di influenza conservatrice, stile bacchettona, con una linea pseudo moralista di stile cattolico conservatore. Le dimissioni in questo momento si possano solo richiedere e sostenere nel merito e soltanto nel merito della manovra finanziaria , la quale non deve essere confusa con altri motivi. In poche parole non cadere dalla pentola nella brace! La tensione di questi momenti richiede consapevoli riflessioni e inoltre necessita moralmente, anche per l’opposizione, assoluta trasparenza e chiarezza; al di sopra della comune condivisione e desiderio di un cambiamento del Governo.- PES ITALIA.-



Nel succedersi dei momenti di tensioni sia nazionali che internazionali, le ultime influenze nella comunicazione media, sembrano guidare l'opinione pubblica verso la richiesta dismissioni del Governo in relazione alla non affidabilità e alla condotta spregiudicata del premier Berlusconi.
La nostra opinione è che malgrado non si condivida la strategia individuale della gestione Berlusconiana questa può essere causa di richiesta di dimissioni solo in altro momento.
La richiesta di dimissione deve essere motivata, non può e non deve, cumulare le due o più situazioni; questo fornirebbe confusione e ancor più sfiducia, producendo un solco profondo. Influenzando psicologicamente, sembrerebbe la volontà imporre una nuova metodologia di influenza conservatrice, stile bacchettona, con una linea pseudo moralista di stile cattolico conservatore.
Le dimissioni in questo momento si possano solo richiedere e sostenere nel merito e soltanto nel merito della manovra finanziaria , la quale non deve essere confusa con altri motivi.
In poche parole non cadere dalla pentola nella brace!
La tensione di questi momenti richiede consapevoli riflessioni e inoltre necessita moralmente, anche per l’opposizione, assoluta trasparenza e chiarezza; al di sopra della comune condivisione e desiderio di un cambiamento del Governo.
PES Itali@