.
.
.
.
.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

dal 1764 voce illuminista a Milano.

Translate

9 aprile 2015

Finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di dire! TORTURA!

Finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di dire! TORTURA!
L’Italia il popolo Italiano sta subendo da tempo angherie e soprusi, una catastrofe.
 Con la mafia in odore di Stato o lo Stato in odore di mafia, con una situazione strutturata da raccomandazioni,  favoritismi,  una corruzione endemica, appalti a sostegno di interessi personali,  sovvenzioni date a aziende private legate al proprio vedi Fiat, Pirelli , ecc. Trama opportunista che corre fino  nelle più piccole situazioni locali e attraversa purtroppo anche lo spazio di formazione culturale dei giovani, specialmente nell'affare della editoria scolastica  con relativa vendita dei libri scolastici con finanziamento Nazionali e Comunitari, l'istruzione, con un affare che vale milioni, al quale gli interessati non vogliono  rinunciare: un sistema basato sulla corruzione poiché privo di trasparenza.  Una  impostazione che è un sistema politico e che ha già bruciato due generazioni e ora ne sta perdendo un’altra in divenire.
Le torture alla Diaz sono a vergogna infinita dei finti smemorati vi  invitiamo a leggere questo articolo su International Business Times ,  Un Potere capace d’inventarsi  a piacere  una ragion di Stato inesistente, ma capace di zittire il popolo! In nome di una interpretazione  della sussidiarietà!  

Ora finalmente un po’ di aria pulita arriva dall’Europa dando un ultima speranza! 

Sotto gli occhi del mondo abbiamo e stiamo attraversato un periodo di buio profondo, un periodo che ha visto il potere ignorare tutte le regole sia del capitalismo che del socialismo, viviamo in  una politica medievale,  tanto pregna di arroganza da  riportare nella spontaneità  la logica che chi è al potere pretenda in assoluto tutto il meglio e al povero gli avanzi,  dal ius primae noctis alla Berlusconi, non certo l’unico in Italia,  purtroppo esponente di una parte della imprenditoria stile feudale che ha abusato e abusa della gente, fino a nuove forme di schiavismo verso gli immigrati e anche Italiani, alla manipolazione attraverso i media. 
Imponiamolo per il Nobel!
Finalmente ora riconosciuto ufficialmente davanti al mondo intero della TORTURA!

Una TORTURA nella quale sono coinvolti sia governi dalla Destra alla  Sinistra  facendoci vedere quanto sia ammalato tutto l’arco Parlamentare.  Nessuno ha  visto, nessuno è stato colpito,  anzi i responsabili sono stati promossi e sono le più alte cariche di Stato.

Purtroppo, ci troviamo in uno Stato che perde il tempo, da noi pagato lautamente,  per   formulare atti e indicazioni che servono solo  a loro, un ultimo sconcertante esempio di tempo  e soldi buttati  è la  dichiarazione dei diritti di Internet presieduta della Boldrini e C., formulata da un gruppuscolo d’improvvisati  giornalistico-politico (cosa centrano poi i giornalisti che rappresentano un lobby e non certo il popolo, incredibile un fatto che solo in Italia avviene! Già, riflettendo la Boldrini ha fatto la sua carriera  come giornalista, ex Rai poi potavoce della Stampa per l’Italia all’ONU, pertanto è parte della lobby? Chissa!). Un gruppo  composto da guardiani che si sono auto-nominati esperti della rete,  i quali hanno chiacchierato tra di loro  in 4 incontri a porte chiuse  e che vorrebbero decidere il  nostro futuro!: INCREDIBILE!
Esperto in  internet

Esperta in ...
Questi autonominati "esperti" sono parte di coloro che gestiscono un’Italia obsoleta e provinciale, ultima in Europa per velocità della adsl, 21esima nella classifica Ocse sulla penetrazione di Internet nella società, penultima per investimenti in startup, che è passata da un fallimento informatico all'altro, basta pensare alla PEC che verrà smessa a settembre quanti soldi ci è costata!. Un paese che ha media sovvenzionati con giornalisti predisposti a ritardare lo sviluppo tecnologico, tanto vero è che tra la gente comune nessuno conosce la questione, un paese che non ha un super computer, che non ha uno sguardo al verso  futuro, proteso nel cercare di mantenere tutta l’ignoranza possibile e come ripetiamo attualmente in una fase in cui nelle scuole pubbliche vi è un tentativo in atto per ritardare l’uso dell’informatica e internet, senza scuole private indipendenti alternative! Media predisposti alla manipolazione mediatica tanto che li potrebbe comparare con la tortura goccia a goccia tanto è l'insistenza nell'imporre interviste  e opinioni guidate.
Questi personaggi credono  davvero di poter scrivere una trattativa su Internet adottabile a livello mondiale, quando non hanno assolutamente la storia né la capacità per ambire a un risultato del genere?.  
 La realtà che tutti stanno bene, molto bene, nei partiti e si arrogano il diritto di saper interpretare i bisogni dei cittadini pur non facendone parte, questo attuando il diritto di sussidiarietà a loro favore, salvo poi far pagare ai cittadini quali diretti interessati i dolori e le pene reali che provocano con la loro presunzione e violenza, questo insomma si può definire terrorismo di Stato vestito da democrazia !.
Che catastrofe!
Se ci domandiamo perché il popolo Italiano non si ribella e semplice perché ha paura e vive nella paura.